Nata a Crema, Lucia Cirillo consegue il diploma di maturità classica compiendo parallelamente gli studi musicali sotto la guida di Luigi Rossi presso l’Istituto Civico Musicale “L. Folcioni” di Crema e di Aldo Minella presso la Civica Scuola di Musica di Milano, diplomandosi in chitarra classica presso il Conservatorio di musica di Trento con il massimo dei voti.

In qualità di chitarrista si perfeziona con G. Margaria, A. Minella, S. Grondona e O. Ghiglia, in particolare con quest’ultimo presso l’ Accademia Chigiana di Siena e la Musik-Akademie der Stadt Basel, segnalandosi in vari concorsi, tra cui il Concours Franco-Italien de Musique de Paris e il Terzo Concorso Internazionale di Musica di Tortona.

Negli stessi anni si dedica allo studio del canto, diplomandosi con il massimo dei voti presso il Conservatorio di Musica di Piacenza, sotto la guida di Adelisa Tabiadon, e perfezionandosi nel repertorio lirico e liederistico con C. Richter, D. Vejzovic, R. Resnik.

Vincitrice del 54° Concorso per Giovani Cantanti Lirici d’Europa As.Li.Co. 2003 per il ruolo di Idamante nell’Idomeneo, del Concorso Internazionale per Cantanti Toti Dal Monte per il ruolo di Fidalma ne Il matrimonio segreto e del 20° Concorso Internazionale di Musica da Camera Città di Conegliano,  debutta ne Il cappello di paglia di Firenze (Baronessa di Champigny) nei Teatri di Mantova, Ravenna e Livorno, e ne La belle Hélène (nel ruolo della protagonista), a Pisa, Lucca e Livorno.

Canta quindi per il Circuito Lirico Lombardo nell’ Idomeneo (Idamante) con la regia di P. Pizzi e  ne L’Incoronazione di Poppea (Amore e Valletto) con l’Accademia Bizantina diretta da O. Dantone, ne Il matrimonio segreto (Fidalma) a Treviso e a Venezia, ne Le Comte Ory (Isolier) e in Boris Godunov (Feodor) diretto da Daniele Gatti a Bologna, ne Le nozze di Figaro (Cherubino) a Treviso e alla Scala di Milano, ne L’Incoronazione di Poppea (Virtù e Venere) diretta da Ivor Bolton e ne L’amour de trois oranges (Sméraldine) all’Opèra di Parigi, nella Cenerentola (Tisbe) diretta da Vladimir Jurowski al Festival di Glyndebourne, ne La clemenza di Tito (Annio) a Caen, in Wolf  (musiche Mozart-Cambreling) ad Amsterdam e a Parigi, in Adriano in Siria a Jesi (Emirena), in Così fan tutte (Dorabella) a Treviso, Anversa, Gent e Glyndebourne, in Bajazet (Andronico), diretto da Fabio Biondi, alla Fenice di Venezia e a Montpellier, Parigi, Madrid, Metz, Caen, Cracovia, in Cenerentola (Angelina) a Teramo, con la regia di Massimo Ranieri, in La finta giardiniera (Ramiro) ad Al-Ain (Emirati Arabi) per Abu-Dhabi Classics,  in Farnace (Selinda) al Theater an der Wien, di nuovo nell’ Idomeneo al Teatro Regio di Torino, in Norma (Adalgisa) diretta da F. Biondi per il Festival Chopin 2010 a Varsavia, in Ottone in villa ad Innsbruck con Il Giardino Armonico, Nerone ne L’incoronazione di Poppea a Glyndebourne, Minerva in Il ritorno di Ulisse in patria per Vlaamse Opera ad Anversa e a Gent, Elvira in La fede ne’ tradimenti a Siena con F. Biondi per la regia di Denis Krief, Sesto ne La clemenza di Tito  a La Coruña per il Mozart Festival.

Tiene inoltre concerti in tutta Europa con importanti orchestre barocche, quali Il giardino armonico, l’ Europa galante, l’ Accademia Bizantina, la Cappella della Pietà dei Turchini, l’Ensemble Dolce e tempesta, I virtuosi delle muse e Il concerto italiano.
 
Ha registrato l’inedito vivaldiano Dixit Dominus per Archiv-DeutscheGrammophon.e i seguenti DVD: 

La Cenerentola   dir. Vladimir Jurowski  -   regia Sir Peter Hall (Glyndebourne Opera House) L’incoronazione di Poppea    dir. Emmanuelle Haim -   regia Robert Carsen (Glyndebourne Opera House)

L’amour des trois oranges  Dir. Sylvain Cambreling – regia Gilbert Deflo   (Opéra di Parigi).

pandora outletcheap genuine pandora charmsgenuine cheap pandora charmscheap pandora braceletscheap pandora charms